Ed ero ubriaco, è vero.
Ho gridato di odiarti per le strade della città, sono arrivato fin sotto casa tua e ho suonato il campanello ripetutamente.
Volevo dirtelo in faccia che ti odiavo, poi hai aperto e cazzo, io ero ubriaco ma tu eri ugualmente bellissima e ti amavo.
E così quando mi hai chiesto cosa ci facessi lì, al posto di un ‘vaffanculo ti odio’ mi è uscito un ‘vaffanculo ti amo’.
― Tumblr. (via justgivemeareasonbaby)
102 note
Le persone giudicano sempre gli altri avendo come modello i propri limiti - e a volte
l’opinione della comunità è piena di preconcetti e timori.
Unisciti a chi sperimenta, rischia, cade, si fa male, e torna a rischiare.
Allontanati da chi asserisce delle verità, critica chi non la pensa come loro,
non ha mai mosso un dito senza avere la certezza che avrebbe ottenuto
rispetto, e preferisce avere certezze piuttosto che dubbi.
Unisciti a chi si espone e non ha paura di mostrarsi vulnerabile: essi
capiscono che le persone possono migliorare solo quando osservano ciò
che l’altro sta facendo, non per giudicarlo, ma per ammirarlo per la sua
dedizione e il suo coraggio…
Unisciti a chi non ha mai detto: “é finita, occorre che mi fermi qui.” Perché
così come all’inverno succede la primavera, niente può finire: dopo
avere raggiunto il tuo obiettivo è necessario ricominciare, avvalendoti
sempre di ciò che hai appreso durante il cammino.
Unisciti a chi canta, racconta storie, gode della vita, e ha l’allegria negli
occhi. Perché l’allegria è contagiosa, e riesce sempre ad evitare che le persone
si lascino paralizzare dalla depressione, dalla solitudine, e dalle
difficoltà.
Unisciti a tutti coloro che fanno il proprio lavoro con entusiasmo. Ma
affinché tu possa essere utile a loro come loro sono utili a te, bisogna sapere
di quali strumenti sei dotato, e come potrai perfezionare le tue
capacità.
― "IL cammino dell’ Arco" di Paulo Coelho. (via scintillina)
8 note
3 note
Lo so, so come sembro. Sembro quella ragazza tanto forte da non crollare, quella antipatica e poco sociale. Non è così, non sono come mi vedete voi.
In realtà sono timida, molto timida. Sono lunatica, mi sciolgo con un abbraccio che mai nessuno mi cede, mi emoziono facilmente e non sono forte. Sono debole, io crollo, muoio e poi rinasco. Io sono stupida, io fisso le persone per capirle, non le guardo male. Io mi tengo tutto dentro. Non cedo, resisto, poi cado, mi rialzo e muoio dentro. Ma rinasco, sempre.
― 00.10 (via pauradelvuoto)
5.745 note
theme by modernise